La “nuova” bontà al femminile: il fascino della gentilezza!
12 Novembre 2021
Download – Inserimenti nel ThetaHealing. Cosa sono e a cosa servono?
24 Novembre 2021

L’Effetto Maharishi

Il campo di coscienza unificato modifica la realtà

Molti studi autorevoli oggi confermano che il campo di coscienza unificato modifica la realtà. Di conseguenza, se, all’interno di un gruppo, aumenta il livello di coerenza, questa tenderà ad espandersi anche ad altre persone al di fuori del gruppo. Come possiamo utilizzare queste ricerche, al giorno d’oggi, per migliorare il mondo in cui viviamo? Leggiamo insieme alcune riflessioni!

"Un gruppo di Anime, unite da un forte intento comune, può cambiare il corso della storia."

Mahatma Gandhi

Alcuni studi sulla meditazione

Già a partire dal 1970, due medici dell’università di Harvard, Herbert Benson e Robert Wallace, iniziano le loro ricerche sugli effetti della meditazione sul cervello, prendendo come riferimento la Meditazione Trascendentale, quella all’epoca più diffusa in Occidente. Quello che emerge è una sorprendente diminuzione dei livelli di ansia e stress nelle persone che praticano regolarmente la Meditazione Trascendentale. Comparando gli elettroencefalogrammi dei soggetti analizzati, prima in stato di veglia (onde cerebrali Beta) e, successivamente, durante la meditazione, si nota che in stato meditativo le onde cerebrali diventano coerenti e, cosa ancora più sorprendente, il pensiero di tutti i praticanti diviene allineato ed entra in fase, come se si trattasse di un pensiero unico.

L’Effetto Maharishi

Altri studi condotti dall’FBI agli inizi degli anni ’70, negli Stati Uniti, hanno evidenziato che, nelle città in cui l’1% della popolazione praticava la Meditazione Trascendentale, l’indice di criminalità diminuiva, ribaltando completamente la tendenza generale presente nelle altre città. Questi studi, che sono stati in seguito più volte ripetuti in altre città in modo da poter disporre di maggiori dati da utilizzare a fini statistici, hanno ampiamente confermato la validità di quell’effetto, da allora noto come “Effetto Maharishi”, dal nome del fondatore della Meditazione Trascendentale, lo yogi Maharishi Mahesh.

In seguito, tali esperimenti sono stati ripetuti più volte e riprogettati, agli inizi degli anni ’80, su scala più ampia, con un numero di partecipanti pari a 7000 praticanti di Meditazione Trascendentale Siddhi, pari alla radice quadrata dell’1% della popolazione mondiale. I risultati sono stati gli stessi, benché su scala mondiale, quindi riduzione degli episodi di violenza, calo dei conflitti nelle zone di guerra e minor numero di morti nei conflitti.

Il potere dell’intenzione

Da quanto dimostrato dall’”Effetto Maharishi” ne consegue che basterebbe un campo di coscienza unificato pari all’1% della popolazione per influenzare l’intero sistema mondiale. La coscienza, direzionata in modo coerente, può avere conseguenze sulla realtà. In altri termini, un campo coerente di coscienza, come quello che si crea quando più persone meditano insieme o si uniscono con un intento comune, può modificare la realtà e produrre degli effetti che si propagano anche all’esterno del gruppo stesso. L'Effetto Maharishi stabilisce quindi che il campo di coscienza unificato modifica la realtà, come più persone che meditano con un intento comune.

Noi siamo pura energia

Come la fisica moderna ci insegna, grazie, ad esempio, a figure del calibro di Max Planck, Albert Einstein, Niels Bohr, Werner Karl Heisenberg e Erwin Schrödinger, gli atomi sono costituiti da vortici di energia in costante vibrazione e rotazione, e la materia è contemporaneamente solida (particella) e immateriale (onda). Di conseguenza noi, l’universo e tutto ciò che ci circonda siamo pura energia che vibra a diverse frequenze.

La "teoria della risonanza morfica" e il pensiero

Secondo la “teoria della risonanza morfica” del biologo Rupert Sheldrake, se un certo numero di persone sviluppa alcune attitudini comportamentali o psicologiche, il campo morfogenetico cambia e queste attitudini si trasferiscono agli altri membri della stessa specie. E’ così che, se gran parte dell’umanità raggiungesse un buon livello di consapevolezza spirituale, questa si potrebbe estendere, grazie alla risonanza morfica, ad altri gruppi fino ad arrivare all’intero sistema (massa critica).

La ricercatrice Maria Caterina Feole, in linea con Sheldrake, afferma che anche gli stati di coscienza sono collegati a campi morfogenetici. Quindi, così come simile attira simile, anche persone che elaborano forme pensiero analoghe si attraggono (le forme pensiero con caratteristiche analoghe si attraggono).

Il pensiero è la nostra arma più potente per influenzare il mondo. Di conseguenza, tutto ciò che possiamo fare è lavorare su di noi per trasformarci nella miglior versione possibile di noi stessi, imparando a connetterci a campi unificati di Amore, Pace e Condivisione per creare un mondo migliore.

Le Meditazioni Reiki

Durante il Corso di Reiki Tradizionale Giapponese “La Vera Essenza del Reiki” – ti insegniamo diverse tecniche di Meditazione che ti saranno veramente molti utili!