Darshanatura-Cinque riti e suggerimenti per celebrare il Solstizio d'Inverno
Il Solstizio d’Inverno. Cinque riti e suggerimenti per celebrare il Solstizio d’Inverno
20 Dicembre 2021
Darshanatura - Buoni propositi per l'anno nuovo immagine in evidenza
I buoni propositi per l’anno nuovo
2 Gennaio 2022

Christmas Blues. Quella strana malinconia che colpisce a Natale

Cinque consigli per un Natale sereno

Il Christmas Blues è quell'insieme di sentimenti che vanno dall'ansia alla malinconia passando per il rimpianto che colpisce sempre più persone durante le feste natalizie.

Il Natale, si sa, dovrebbe essere un momento di gioia, spensieratezza, convivialità. Ma sappiamo che per molti non è così. Anzi, al contrario, può diventare un momento di forte tristezza e solitudine. Il Christmas Blues, infatti, si manifesta in maniera ancora più accentuata per chi trascorre il Natale da solo, senza il calore della famiglia e degli amici.

Ma come si riconosce il Christmas Blues? E quali sono le strategie per vivere il Natale nel modo più sereno possibile? Scopriamolo insieme!

Il periodo natalizio è il più felice di tutto l’anno. O forse no?

Per la maggior parte di noi, il Natale è sinonimo di famiglia, di calore, di intimità, in quanto ci riporta alle coccole e ai regali dell’infanzia, ai pranzi della nonna, alle interminabili riunioni familiari e ai giochi di società con zii e cugini. Poi diventiamo adulti e tante cose che allora c’erano, o ci sembrava che ci fossero, non ci sono più. Spesso perdiamo l’incanto, ci rendiamo conto che i rapporti familiari sono molto diversi da come ci apparivano nella dolce ingenuità dell’infanzia. E non solo. Con il passare del tempo le cose cambiano. Possiamo aver perso dei parenti ai quali eravamo molto legati. E spesso veniamo colti da una fortissima malinconia.
Ma perché proprio a Natale? Perché il Natale, nell’inconscio collettivo, evoca l’idea di un carosello di sfarzosi colori e luci scintillanti, di regali, di compagnia, di divertimento. E di bilanci. Perché il Natale, si sa, arriva alla fine dell’anno. E se non siamo soddisfatti di noi stessi, dei nostri progetti, delle nostre relazioni, tutto diventa più complicato. E così chi, per un motivo o per un altro, non ha voglia di festeggiare, si sente solo, è scontento di sé e della propria vita o, peggio, tende a disturbi dell’umoreansia depressione, può vivere questi giorni con grande difficoltà. Ed ecco che si fa largo il Christmas Blues.

Cos'è il Christmas Blues?

Blues in inglese significa “malinconia, tristezza, depressione”. Quando si parla di Christmas Blues si intende una condizione caratterizzata da malinconiarimpiantoumore depressoansia e irritabilità.

Questo tipo di disturbo si manifesta generalmente nel mese di dicembre, acutizzandosi durante le festività per poi scomparire con il nuovo anno, quando si riprendono i soliti ritmi di vita. Il periodo natalizio può diventare un momento di riflessione profonda sui propri rapporti, familiari ed affettivi, sugli obiettivi, lavorativi e non, conseguiti durante l’anno in corso, sui propri sogni più o meno realizzati.

Quindi, soprattutto se ci sentiamo inadeguati rispetto a ciò che ci eravamo prefissati o diversi da ciò che avremmo voluto essere, se avvertiamo il peso del tempo che passa e la nostalgia per ciò che c’era e che non c’è più, se il dolore per la perdita di persone care non ci abbandona, se ci sentiamo soli, il fatto di non riuscire ad essere felici ed entusiasti come gli altri ci vorrebbero, può crearci un grosso vuoto ed acuire emozioni come ansiatristezzaangoscia e frustrazione.

I sintomi del Christmas Blues

Chi soffre di Christmas Blues tende ad avere una visione pessimistica e negativa della realtà e si sente a disagio nel confrontarsi con l’atmosfera di gioia e allegria che lo circonda.

I sintomi principali del Christmas Blues sono:

  • Malinconia
  • Rimpianto
  • Tristezza
  • Pensieri negativi ricorsivi
  • Scoraggiamento
  • Tendenza ad isolarsi
  • Apatia
  • Ansia
  • Irritabilità
  • Insonnia

5 suggerimenti per vincere il Christmas Blues

Christmas Blues. Quella strana malinconia che colpisce a Natale1

Allena la resilienza

Considera che, qualunque sia il livello di difficoltà, la differenza tra chi riesce a superare, e chi viene schiacciato, dalle avversità, molto spesso sta proprio nella capacità di essere flessibili e di adattarsi alla vita, proprio come un ramo di bambù che si piega al vento senza mai però spezzarsi.

Christmas Blues. Quella strana malinconia che colpisce a Natale2

Vivi il qui e ora

Molte persone, soprattutto nella nostra società occidentale, tendono a vivere in uno stato di preoccupazione costante. In altre parole, vivono in una condizione di continua ansia dettata dalla paura che un evento del passato, giudicato in qualche modo sgradevole, pericoloso o controproducente, si ripresenti nuovamente in futuro. In questo modo, però, il rischio è quello di perdersi la gioia del momento presente caricandosi di inutili energie ed emozioni negative.

Il FastReset® ti viene in aiuto!

Alle volte, affrontare un momento di disagio da soli può essere lungo, difficile e complicato. Fino a farci scoraggiare e a farci credere, erroneamente, che per noi non ci sia nulla da fare.

Se ti accorgi che, con l’avvicinarsi del Natale, vieni sopraffatto da emozioni di tristezza, solitudine, angoscia, nostalgia, rabbia, rimpianto, risentimento, angoscia o paura e ti senti come un leone in gabbia, probabilmente è arrivato il momento di chiedere aiuto ad uno specialista.

Il FastReset® è una tecnica energetica di riequilibrio emozionale che insegna a sostituire la reazione emotiva inconsapevole, che parte in automatico quando ci troviamo di fronte ad una situazione che il nostro subconscio etichetta come “sgradevole, nociva o pericolosa”, con una risposta sana, adeguata e consapevole e a rilasciare le cause di ansia, stress e blocchi emotivi.

Il Trattamento FastReset® può essere effettuato anche online (via Skype o WhatsApp) ed è utile per ogni situazione della vita in cui sia coinvolto un aspetto emozionale disfunzionale (paura, ansia, tristezza, fobie, panico, rabbia, stress, dipendenze) e/o comportamenti ricorsivi autosabotanti.